lunedì 15 settembre 2008

Like When U're Finished And There's No Fucking Paper And U're Home Alone



Io avrei tantissima voglia di scrivere uno di quei bei post lunghi e ben articolati sui cazzacci miei. Lo giuro. E so che a qualche matto tra di voi farebbe anche un po' piacere. Ma ho questa cosa in corso, questo blocco. Non riesco a scrivere. Non di me. Ci provo, mi metto lì. Inizio. Poi però mi sembra di vedere la scritta smemoranda sulla tastiera, mi sento un imbecille di 12 anni, mi ricordo che questo è un blog musicale, cazzo, un blog musicale, cazzo, un blog quasi serio, cazzo, e allora non scrivo più. E forse faccio male e non si tratta nemmeno di star lì a dire male o bene ma semplicemente di farlo e basta. Scriverlo. Così, anche solo per me stesso. E invece no. Non lo faccio. Non scrivo. Poi sto lì a farmi venire una cazzo di ulcera su ogni minima puttanata che mi succede durante la giornata e si dà il caso signori miei che di puttanate a me come se piovesse. Come se piovesse. Serio. Positive. E' come se quando fossi nato qualche stronzo lassù avesse detto "e questo adesso?" e si fosse sbarazzato di me senza nemmeno pensarci. Ma non avevamo tutti un angelo custode? Rivoglio indietro i miei soldi, rescissione dal contratto, anzi risoluzione del contratto per inadempimento. Furbo vero? Scrivere un post in maniera del tutto sconnessa e incomprensibile pensando che così nessuno lo leggerà ergo nessuno potrà farsi i cazzi miei ma io intanto ho scritto - tiè - e invece most probably finirà che poi qualcuno lo leggerà e figurati quale nobile idea potrà mai farsi sulla mia persona. Beh, qualcuno, sì proprio tu che ti fai le idee. Fottiti. Sì sì. Hai letto bene. Fottiti. Gnè gnè. Meno quattro. Solo meno quattro. Poi, il baratro. Obiettivo. Penna. Flash. Computer. Termini. Schönefeld. Tic. Tac. Tic. Tac. Tic. Tac. Tic. Tac.

canzone


4 commenti:

miche ha detto...

oi,

non sarà depre per chi penso io? non ne vale la pena. lo sai.

e le cazzate sono periodiche, come vanity fair... c'è un momento in cui arrivano (in edicola o tra capo e collo) e non puoi fermarle.

basta agire, ma anche reagire (positivamente) e non farsi abbattere.

cmq l'introspezione è much appreciated qui, lo sai scionchio ;o)

brugo ha detto...

no, no.
non è per quello.
lo sai che ho smesso.

:)

grazi Marcèlo!

Eazye ha detto...

io sono uno di quei matti...

Eazye ha detto...

no altro che viva la vida.. w Berlin...