mercoledì 13 febbraio 2008

Dovessi Mai Esser Padrone Di Decidere Cosa Fare Della Tua Vita


[...]...E alla fine arriva Polly del 2004, con Ben Stiller e Jennifer Aniston, bocciata senza appello come “inaccetabile/volgare” con questa motivazione: “Si parte dal protagonista Reuben che si dichiara all'inizio deciso a costruire la propria vita sul matrimonio e si procede verso una conclusione che rinnega quei propositi iniziali a vantaggio di una soluzione del tutto opposta: rinunciare alle responsabilità, non impegnarsi, scegliere il più comodo 'giorno per giorno'”.

Su Quattro Matrimoni e un Funerale:

"Anche se alla fine l'amore vero sembra trionfare, la negatività del film è inoppugnabile: vi serpeggia sempre quell'astio anticattolico, che oltremanica non si estingue mai, quel gusto per l'irrispettoso e l'irridente, allorché si tratta di riti e celebranti (resi farfuglianti o risibili). Il film, che annovera anche una vena romantica nel rapporto tra due omosessuali, è costellato da dialoghi sconvenienti."



Esilaranti (sic!) dettagli sul controllo delle pellicole da parte della Associazione Cattolica Esercenti Cinema, inscindibilmente legata alla CEI.


4 commenti:

Anonimo ha detto...

http://www.idontlikeyouinthatway.com/2008/02/lily-allen-is-talented.html

disorder ha detto...

E certo che un film di inglesi protestanti-brutti-e-cattivi e pure con dentro i frosci non aveva molte speranze eh :D

Lui ha detto...

AHAHHAHAHHAHAHHAH
sono pazzi questi cattolici.

brugo ha detto...

oooooooooooooooooh!!!!
guarda chi si rivede!!!!

:D