venerdì 1 febbraio 2008

Baustelle: Amen

So far, sto amando Amen. Potrebbe essere tranquillamente definito da quel verso poetico contemporaneo che recita I've Heard It All Before, eppure è già il mio album preferito dei prossimi mesi.

I testi: una continua, pomposissima presa per il culo dello stesso pubblico che in fondo finisce per ascoltarli. L'impressione che ho avuto al primo ascolto è che devono essersi davvero divertiti durante la lavorazione.

Ne L'Aeroplaneo c'è una Rachele infinita, voce splendida, per quanto sia poi proporzionalmente muta nelle interviste. Mu.Ta.

Baudelaire al primo ascolto piace, ma dubito arriverei mai a canticchiarla, inoltre ha un verso fantastico, qualcosa come "datti al giardinaggio dei fiori del male".

Ma, fin qui, il miglior verso è ne Il Liberismo Ha I Giorni Contati:


(Anna) "Vede la fine in me che vendo dischi in questo modo orrendo"


Per l'aspetto musicale attendo opinioni dagli intenditori.
Adesso, sto valutando l'idea di postaggio. Valutata.
Beccatevi ste due.

Baustelle - Colombo
Baustelle - L'Aeroplano


7 commenti:

Kit ha detto...

oh, "datti al giardinaggio dei fiori del male" è bellissima!

Eazye ha detto...

Questa é una pseudo spam:
Gros Son Production é lieta di presentarVi:

The Heavy Sound

"Diamo Fiato alle Trombe"
'si raccomanda un ascolto via: casco duro con jack grosso'

Una crasta compilation selezionata esclusivamente per Voi da

Dj Torba

Eazye ha detto...

diciamo "pronta tra 7 minuti"... come la pasta...

brugo ha detto...

al dente, zì!!!

madameray ha detto...

rachele semplicemente stupenda!

madameray ha detto...

rachele semplicemente stupenda!

Tetrafarmaco ha detto...

Rachele...quel suo modo di cantare gelido, glaciale e ... micidiale che penetra nelle ossa come il ghiaccio e non esce più... uccidimi ancora!