martedì 6 gennaio 2009

Mercy Arms



Da quello che ho ascoltato, i Mercy Arms non devono avere un buon rapporto con la gioia di vivere, per cui le loro canzoni sono tutte hanno tutte quel vago alone di stracciapallismo che di solito mi fa disprezzare intere solidissime carriere musicali. In questo caso, però, direi che ci si può passare anche sopra: del resto non compreremo mai l'album, non saremo mai costretti ad ascoltarlo perchè ci abbiamo speso i soldi, e tra sei mesi al massimo ce ne saremo già completamente dimenticati.

Dell'intero album ho cercato di prendere quelle che meno rispecchiavano il lato suicidal della band. Poi dicono che non ho a cuore la salute dei lettori.

Mercy Arms > Down Here, So Long
Mercy Arms > Speed
myspace

2 commenti:

disconnesso ha detto...

sei troppo un filantropo

:p

Belgug ha detto...

Maddai che è un album niente male! Si vede che non sei cresciuto ascoltando gli Slowdive. 'sti giovini...