mercoledì 18 giugno 2008

Gggiovani d'Oggi




Per dire, io la preferisco di gran lunga nella versione resa famosa da (cit.) Amy Winehouse.

Però so che ci sono dei nostalgici del più buio dei decenni che non hanno alcun dubbio sulla superiorità dell'originale.

The Specials > Hey Little Rich Girl


1 commento:

Anto' ha detto...

Perchè mangiare la mozzarella di bufala campana quando al supermercato si trovano le comode confezioni della Galbani, nevvero.

Io, comunque, non smetterò mai di sostenere gli Specials come il gruppo più ingiustamente sottovalutato della storia della musica, o giù di lì. Quindi, quanto meno la Uainaus, tra un'overdose e l'altra a favore dei tabloid, ascolta ancora bella roba.